09 October 2005

crespelle di grano saraceno ai funghi

Questi gli ingredienti per le crepes da farcire poi con un ripieno di funghi e ricotta (vedi sotto):
- 100 gr di farina di grano saraceno
- due uova
- 250 ml di latte
- 30 gr di burro fuso (a bagnomaria)
- un po' di sale (non troppo, così poi se vi avanza qualche crepes la potete farcire con marmellata o miele)

Si procede in modo molto semplice, incorporando le uova alla farina, aggiungendo poi il latte a filo ed infine il burro fuso e il sale, fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea. La ricetta 'da manuale' prevede che la pastella sia lasciata riposare per due ore, ma io me ne sono infischiata e ho scaldato subito la padella da crepes comprata la scorsa estate in Bretagna (ma basta anche una normale padella antiaderente!) e ho cominciato subito a versare la pastella con il mestolo, cercando di farle assumere una forma circolare (cosa che non sempre mi è riuscita!!). Le ho girate un po' a mano (attenzione alle dita) e un po' con il classico volo della crepe, senza fare troppi danni.

Una volta pronte le crepes, sono passata alla preparazione della farcitura. Ecco gli ingredienti:
- una busta di funghi misti surgelati e alcuni porcini secchi ammollati in acqua (come dire, io sono negata a pulire i funghi freschi, per cui ho optato per la soluzione più comoda!)
- 350 grammi di ricotta fresca
- uno spicchio d'aglio, una manciata di prezzemolo tritato
- sale q.b., olio
- parmigiano grattugiato

Ho trifolato i funghi in una padella antiaderente, con olio (in cui avevo fatto imbrunire - si dice così? - lo spicchio d'aglio), sale e prezzemolo e a cottura ultimata, ho incorporato la ricotta e il formaggio grattugiato (un po' di funghi però si possono tenere da parte per guarnire le crepes a fine cottura). Ho frullato il tutto fino ad ottenere una crema molto densa, con cui ho farcito le crepes. Le crepes così farcite si possono piegare a metà (tipo piadina) o in quattro, a preferenza. Per ultimare la cottura, le ho infornate per una decina di minuti (forno a 180-200 gradi), le ho guarnite con i funghi trifolati
e poi me le son mangiate!!

6 comments:

barbara said...

certo che con il fuso orario del tuo blog finiamo per parlare di mangiare sempre a prima mattina!

flying hawk said...

ma io ormai mentre faccio colazione penso già a cosa preparare per il pranzo, come faceva mia nonna!! sono invecchiata precocemente :-))

Anonymous said...

I read something about that on http://www.dealsonmiele.com yesterday that made it sound like you would do better finding it online.

Anonymous said...

ciao.. belline le tue ricette! Io sono ipoglicemica, e molti dei tuoi ingredienti per me sono proibiti (riso, patate.. ) ma abbiamo in comune la voglia di cucinare e mangiare cose buone alla faccia della malattia. Perché anche se ultimamente fa biologicallycorrect chiamarla stato.. a me fa stare male e la chiamo malattia.
Interessano scambi? con simpatia, Sà.

flying hawk said...

si certo, ma dove ti trovo?

Anonymous said...

delizioseee! devo provarci assolutamente. Ho cercato in passato la farina di grano saraceno ma non sono riuscita a trovarla. Ora sono così pigra che sto andando avanti a polenta. La cuocio e poi la congelo. sto diventando una polentona! ^__^ Bacioni. Poly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...