08 July 2015

Dining out in Venice: Frary's

una scelta davvero notevole di piatti senza glutine - e anche vegetariani+senza glutine, cosa non da poco - in uno dei pochi ristoranti seriamente etnici in città! Frary's a Venezia, provato per voi
era più o meno dal viaggio in Giappone, ovvero da novembre 2014, che non mi concedevo una cena fuori come si deve. ed era davvero molto tempo che desideravo tornare in questo storico locale di Venezia - ci andavo da 'non celiaca', ovvero prima della diagnosi, già ai tempi dell'università - ed ora mi chiedo solo, perché non lo ho fatto prima?? dovrò necessariamente recuperare il tempo perduto moltiplicando le occasioni e le scuse per cenare fuori! 
sono sempre un po' titubante in questi casi, perché, oltre ad essere celiaca - e ad aver abbracciato un'alimentazione il più possibile vegana/vegetariana - sono anche allergica - brutalmente! - ai crostacei ed alla...cannella! già, la deliziosa spezia che utilizzavo a profusione specialmente nelle torte di mele e che, in effetti, è molto comune nella cucina etnica.
quando ho chiamato per prenotare, quindi, ho fatto la lista di tutte le mie allergie - mi sento un po' una pittima in questi casi ma meglio essere scrupolosi prima che patire gli effetti dopo -  e la grande disponibilità della ragazza che ha preso la prenotazione mi ha tranquillizzata non poco (altro motivo per cui mi sento la benvenuta a tornare! e, credetemi, a Venezia non è cosa che capiti così spesso).

la cosa che mi ha più stupita, poi, leggendo il menù, è la grande varietà di piatti adatti a noi celiaci che offre il ristorante. non una striminzita scelta tra due o tre pietanze, ma varie specialità sia greche che arabe tra antipasti, primi, secondi e dolci. direi che, dopo molto, ho provato di nuovo il cosiddetto 'imbarazzo della scelta' (scusate, questa forse me la potevo risparmiare ;)
per cui...cominciamo!
io, con un antipasto misto di falafel (polpette di ceci) e dolmades (involtini greci in foglia di vite) con due deliziose salse, una ai ceci e l'altra ai peperoni; e Paolo con delle polpette kurde di carne (nella prima foto)

come 'primo/unico' ho scelto questo appetitoso piatto a base di riso e pollo (sì, lo so, ho sgarrato con il vegano, ho mangiato del pollo, ma la prossima volta farò meglio!) "servito con chermula di menta - cito - il pollo marinato alla menta e olive nere esalta la fragranza dello zenzero e della curcuma" (confermo!) mentre Paolo, lui sì, si è tenuto sul vegetariano con un piatto di magluba (non so però se l'ortografia sia giusta) riso alle verdure con uvetta e una salsa a base di yogurt.
e per finire - visto che il gelato zenzero e cannella non è tra i dolci con spiga sbarrata (e ha la cannella...) ho preso uno sahlab, crema araba di latte , acqua di rose, cocco e pistacchio, leggera e perfetta come fine pasto. siccome mi faceva voglia il caffè arabo al cardamomo e acqua di rose, ho preso pure quello
e per una volta, ci metto pure la faccia!
un posto davvero 'coccolo' - forse un po' caldo dentro, perché non avevano ancora attivato il mode 'estate' (ma l'altro giorno sono passata di lì in passeggiata post-ufficio e la vetrata esterna era aperta, per cui la temperatura la sera dovrebbe essere piacevole) con ottimo cibo, e prezzi davvero onesti! super-consigliato.

久しぶりに外食しました。ずっと前から行きたかった「Frary's」というギリシャとアラブ料理屋さんでグルテンなしのセレクションがおおくて、びっくりしました! 久しぶりにと言ったら、たぶん去年の日本旅行でした。。。食アレルギーがある人には時々外食するのが気になるでしょう。私はグルテンだけでなく、甲殻類とシナモンのアレルギーもあるから、何時も迷惑をかけてしまいます。しかし電話で予約した時には詳しく知らせてたので、お店の女の子もちゃんとメモとってくれて、安心しました。

思ったよりメニュのグルテンなしセレクションが多くて、喜びました。何回行っても、まだ食べたことのない料理が食べそうです!今度クラッシック「falafel」と黒オリブ/ミントのマリネードの鳥肉ご飯とアラブ風味甘いミルクプリン。
美味しくて、やすいっ!!
una me beata, finalmente di nuovo a cena fuori! birra Pedavena senza glutine e una delle chiese più belle di Venezia appena un ponte più in là!

25 June 2015

山のバカンスの写真集

i momenti che in assoluto amo di più, a godermi il prato davanti a casa con la mia scorta di riviste giappe!
è passato più di un mese dall'ultimo aggiornamento al blog ma sono stata molto ai fornelli a sperimentare polpette vegane di tutti i tipi! cucinare cruelty-free non è sempre semplice - o meglio, richiede un pizzico di sforzo, immaginazione e un po' più di tempo rispetto alla cucina che se ne frega degli animali e del pianeta - così ho trascorso la maggior parte del mio tempo libero a spignattare, organizzare spese e menù e - strano ma vero! - a prendere diligentemente appunti su tutti i suddetti  spignattamenti, perchè ho la tendenza a dimenticare le dosi, e, ovviamente, avendo un blog di cucina, le dosi contano! 
devo ancora decidere da quale ricetta ricominciare a postare, ma, nel frattempo, ecco le foto delle vacanze in montagna. piovosissime, ahimè fredde! (la micia non ha gradito...) e non molto sane dal punto di vista dietetico - più o meno: birra+formaggio+patate in tutte le salse - ma comunque vacanze, per cui almeno un po' mi sono riposata - ovvero sono andata in letargo visto che abbiamo fatto ben poche passeggiate a causa dei diluvi e delle grandinate quasi quotidiani.
come al solito, ho messo in valigia una dose adeguata di riviste giapponesi (nuove di zecca!) perchè per questo tipo di dipendenza l'astinenza  è davvero faticosa!

もう一ヶ月が経ってしまいましたが、この間ベジ料理ばかりに集中して、色々なレシピーを作ってみました。やっぱり肉と魚料理に比べると野菜料理のほうが時間がかかると思います。特に野菜コロッケとバーグは一所懸命に作ったり食べたりして、ちゃんとメモを取りながら料理して、これから色々なレシピーをアップしたい。でも、まずは、山のバカンスの写真集です。雨がおおくて、残念でした が、沢山寝ました。(と。。。食べすぎ飲みすぎでちょっと太りました。。。)。

出発の前にAmazon.co.jpで色んな雑誌を買って持っていったから、今度ちょっと
精進ん料理も勉強しました。 

i primi due giorni di tempo soleggiato, gita a Belluno per gigantesco gelato senza glutine alla gelateria 'La delizia' in Piazza Martiri ( e spesa al mercato settimanale di Belluno)
i mici in finestra 

 e la solita gita a Feltre!


06 May 2015

il magico potere del riordino!(?!) di Marie Kondo

torta di grano saraceno e nocciole, senza glutine. questa volta ho usato lo stampo quadrato, per cui tagliare orizzontalmente la torta per farcirla con la marmellata di mirtilli era impresa ardua. ma la marmellata c'è comunque, di accompagnamento! 

e mentre la città si riempie del variopinto (leggi, alternativo-per-forza) popolo delle inaugurazioni della Biennale d'arte, io sforno torte (dopo una vita di inattività, o almeno così mi sembra, visto che il tempo mi vola!), festeggio i miei due gattoni che hanno compiuto gli anni (in aprile. per la verità: la micia ha fatto 15 anni il 7 aprile, mentre Pichan ne ha compiuti 8 il 25 aprile, giorno glorioso di San Marco repubblicano), scopro 'il magico potere del riordino' e preparo (pulisco) la casa in montagna per l'imminente, micro-vacanza, che spero mi permetterà di tirare il fiato prima dell'invasione estiva da Biennale+Expo (eh già, quest'anno si raddoppia)

pichan e la tora

sabato scorso siamo stati in montagna per la giornata (e questo sabato ci torniamo) per testare il riscaldamento (eh sì, la casa è talmente fredda che se non la scaldo un po' la micia mi si ammala...e mi si incazza!) pulire - stavolta, oltre ai soliti insettoni morti sparsi su tutti i davanzali, ho trovato anche un pipistrellino stecchito @_@ - fare lavatrici, tagliare un po' l'erba (questo lo ha fatto Paolo, io sono addetta agli interni, lui a tutto ciò che è fuori), dare aria a cuscini e divani, e chi più ne ha più ne metta: visto che la vacanza sarà breve, non vorrei passarla tutta a rendere la casa vivibile, per cui sacrifico questi due sabati di riposo, ma sicuramente è per una buona causa!
4月にはトラちゃんとピちゃんの 誕生日でした!お誕生日おめでとう!毎日、ありがとうね。
あっという間に5月になってびっくりしました。案内所の仕事はもうすごく忙ししくなって、観光客が大勢だね。今年は美術のビエンナーレも行われているし、ミラノでの国際Expoもあるから、人が沢山すぎると思う。でもね、観光シーズンのピークに入る前に、山の別荘で一週間ぐらい過ごす予定なので、大丈夫かな?先週の休日には山へ行って、掃除しはじめた。今週の土曜日も又行くから休日も忙しくなるけど、バカンスはもうすぐだから、頑張るよ!
いい天気になりますように!
il prato davanti casa
nel frattempo, ho avuto un'illuminazione sulla via delle pulizie di casa (ed in generale, in materia di economia domestica) che forse mi cambierà la vita: almeno questo sostiene la signorina Marie Kondo, cleaning consultant giapponese (chissà se una professione del genere potrebbe prendere piede anche in Italia! io mi candido), richiestissima non solo da casalinghe di tutte le età ma anche da manager d'azienda! per farla breve, cercando qualche articolo divertente per esercitarmi con il giapponese, sono incappata in un trafiletto su questa giovane tiding-up consultant che si è guadagnata un posticino nella lista del Times delle 100 persone più influenti al mondo (qui l'articolo, in inglese/giapponese japanese.about.com). incuriosita, ho acquistato il suo libro (che ha venduto 2 milioni di copie in tutto il mondo ed è stato tradotto pure in rumeno) su Kindle store e me lo sono letteralmente bevuto. più che un manuale sulle pulizie di casa, è un piccolo saggio sul potere che le pulizie (bè, radicali, come le intende Marie nel suo personalissimo metodo) possono esercitare sulla nostra vita, un potere magico e straordinario, che va ben oltre l'avere una casa sempre in ordine e facile da pulire. 


che le pulizie avessero un misterioso potere taumaturgico, lo avevo sempre sospettato: pulire, spostare, riordinare casa mi rilassa, mi libera la mente, mi fa sentire come se, in qualche modo, riuscissi anche a mettere ordine nella mia vita (e nella mia mente...), a cambiare ciò che non mi va. ma, come giustamente osserva Marie nel suo saggio, il riordino non è mai definitivo (almeno, non lo è finché non si decide di abbracciare il suo metodo!) ed allora il binomio 'fare disordine/mettere ordine' diventa quasi un modo per distogliere l'attenzione dalle cose davvero importanti. tocca sempre ricominciare da capo, rubando tempo alle cose che contano davvero. il che, in alcuni casi, potrebbe voler significare addirittura non volerle proprio affrontare!
a quanto pare, tra i clienti della signorina Kondo, c'è chi, dopo aver messo mano alle proprie 'cose' - dalla prima all'ultima - per arrivare al 'riordino definitivo' stile Marie Kondo, ha persino deciso di cambiare lavoro! ed il cambiamento spaventa, no? di sicuro spaventa me!
da collezionista di fumetti e riviste (giappe), l'idea di rimanere solo con un quarto della mia collezione mi fa già mancare il respiro. buttare via i libri - anche quelli mai letti o lasciati a metà - mi sembra un compito quasi impossibile. assurdo, per certi versi. per questo, di solito, Marie fa cominciare dai vestiti. e a seguire, si continua con i libri, le 'cose varie', ed i ricordi (sì, pure le fotografie!)
eliminare eliminare eliminare. da qui si deve partire secondo Marie, e poi, per ogni oggetto che rimane - tutto quello che ancora ci emoziona - va trovato un posto all'interno della nostra casa, dialogando con lei.

il libro è molto più di questo. mi è piaciuto - anche se probabilmente non sono ancora pronta per il metodo Konmari (così si chiama) - per la prospettiva totalmente nuova che propone sul 'fare ordine', perché ci sono dei dettagli squisitamente giapponesi che ci raccontano di come viene vissuta la casa - e gli oggetti - nel Sol Levante, e perché ci sono particolari che invece accomunano tutte le culture e non possono non farci sorridere! 
日本語の勉強としてよくネットで私に興味のある記事を探すことにしていて、最近「ときめく片づけ」シリーズで知られる近藤麻理恵さんのエッセーについてこの記事を読んだ。やっぱり近藤麻理恵さんのエッセーが読みたくなってしまったので、Kindleでイタリア語のバージョンを買って一晩に読みきれた。面白いっ!「この本を買った人にお勧め本」の中に、イタリア語の「家計簿」もあって、買っちゃった!その次はどの本にするのかしら。。。

dal fare ordine in casa a fare ordine nei conti di casa, il passo è abbastanza breve, così mi sono ordinata anche il kakeibo (traslitterato kakebo), ovvero il libro dei conti di casa (ma va'?). a novembre, nei supermercati in Giappone, se ne vedono di tutti i tipi (compreso quello di Snoopy che al prossimo viaggio sarà mio!). ci sono anche varie app con la stessa funzione, ma una cosa la si capisce subito - io ho cominciato ad usarlo solo da tre giorni - l'atto di scrivere in dettaglio quello che si spende tutti i santi giorni, dà una consapevolezza completamente diversa di come il denaro si volatilizzi! 
lo consiglio, per tutte le tasche, per risparmiare ma anche solo per cambiare abitudini. 

ah! per la ricetta della torta di grano saraceno e nocciole, rimando al vecchio posto in merito!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...